Dal Presidente Nazionale del M.A.S.C.I.

“Gesù non insegnò una mistica dagli occhi rivolti altrove,

non una mistica dagli occhi chiusi, bensì una mistica dagli occhi aperti,

una mistica dell’assoluto dovere di cogliere la sofferenza altrui” (J.B. Metz)

 

Carissimi la sofferenza, in questi giorni ha bussato pesantemente tante porte, a partire dal terremoto e dal maltempo dello scorso fine settimana che si è accanito sulle regioni centrali; a queste comunità va ancora tutta la nostra vicinanza, il nostro pensiero e le nostre prossime azioni. A Rigopiano i soccorritori da più giorni  cercano, in condizioni estremamente difficili, di recuperare disperatamente i 20 e più corpi mancanti all’appello. Un pensiero va pure al tragico incidente successo nell’autostrada A4 dove, un autobus schiantatosi contro uno dei piloni in prossimità di Verona, ha causato la morte di 16 giovani,  che potrebbero essere i nostri figli, i nostri nipoti …

Ma alle tragedie collettive in questo fine settimana, si sono aggiunti altri lutti.

Due nostri fratelli scout della Regione Emilia Romagna, hanno lasciato questo mondo per salire alla casa celeste. Alberto Rustichelli, Magister della comunità di Carpi 1artista e vignettista, persona che mai mancava alle nostre assemblee nazionali, la cui forza di vivere e combattere ha sempre saputo stupirci in tutti questi anni. Ad Assisi mi aveva donato lo schizzo di un Gesù vestito da scout … ed ora dal cielo con penna e colori in mano, traccerà più vicino a LUI il suo ritratto!

Della comunità di Forli è tornato alla casa del Padre anche Roberto Trocchia; era stato Consigliere nazionale del Masci e Segretario regionale, oltre che formatore nei seminari di animazione.  Di questi due nostri fratelli, che hanno contribuito a scrivere la storia del Movimento Adulto Scout Italiano, siamo vicini alle loro famiglie, alle loro comunità a tutta la Regione Emilia Romagna.

E ancora oggi, ci giunge  la notizia della morte che è avvenuta dopo tanta sofferenza, della mamma di Alberto Albertini, già segretario Nazionale del Masci. Il Nazionale in tutte le sue componenti, è vicino ad Alberto e alla sua famiglia, con la preghiera e la vicinanza.

Maria accarezzerà con amore provvidenziale il capo di chi soffre, toglierà con tenerezza le lacrime dai loro volti. Addormentati esausti dal pianto, nel buio profondo della notte, un Angelo vi riaprirà gli occhi e Vi farà scorgere ancora le prime luci dell’alba, perché l'Amore è più forte della morte!

A tutti con tanta vicinanza e grande affetto. Sonia, Luigi, d.Guido

Categorie: